RIchiedi un preventivo Gratuito ORA!
Elettricista Roma Free Lance per RM e provincia ————-Nuovi impianti secondo D.M. 37/08 e Dichiarazione di conformità
CHIAMA IL 3385493031

Il Blog di Elettricista Roma

Elettricista Roma risponde a tutte le domande dei lettori.

Questo è il mio primo articolo su Blog, che cercherò di aggiornare frequentemente con nuovi contributi. Non esitate a lasciare commenti se avete qualche curiosità o piccoli problemi relativi all’elettricità.

8 Responses to Il Blog di Elettricista Roma

  • donato scrive:

    salve io vorrei fare questo tipo di impianto
    da una fonte di corrente a 220 volt vorrei far partire due lampadine… e poi attaccare un trasformatore e al trasformatore due ventole per il pc…. poi vorrei collegare a un termostato ( alimentato a 220volt) le lampadine e le ventole, in mode che quando la temperatura è arrivata alla temp desiderata ( scusate per la ripetizione) fa spegnere le ventole e le lampadine.. come posso fare??
    grazie mille

    • Carlo Tomassi scrive:


      Quello che vorrebbe fare è di semplice realizzazione; deve sapere che un termostato non è altro che un interruttore comandato da una particolare sonda che rileva la temperatura e alla temperatura prestabilita apre il circuito,quindi mettendolo a monte di tutto l’impianto ottiene esattamente ciò che chiede ossia ad una data temperatura selezionata interrompe l’alimentazione delle lampade e del trasformatore e di conseguenza delle ventole.

  • monica scrive:

    Buonasera, volevo sapere se corrisponde a verità il fatto che sia in un antibagno che in un bagno aperto al pubblico, non si possano avere prese di servizio, adibite al personale per la pulizia. Grazie
    Monica

    • admin scrive:

      Salve non mi risulta che non si possano installare prese di servizio in bagni o antibagni; ovviamente bisogna seguire la normativa che regolamenta questo tipo di installazioni che è la CEI 64-8 sez.701.

      In sostanza questa norma divide il bagno in più zone a seconda della pericolosità e del rischio di elettrocuzione.

      Come si può vedere nella foto che indica le zone, le prese ad incasso possono essere installate solo nella zona 3 e se aperto al pubblico devono avere un grado di protezione non inferiore a IPx5 dove il numero 5 indica la protezione contro i getti d’acqua.

      IMG_0467

      Spero di averle chiarito ogni dubbio.

  • paolo scrive:

    il proprietario di casa ha provveduto ad installare due differenziali a monte dell’impianto elettrico….ma in alcune prese di corrente escono due fili che portano tutti e due la fase senza neutro….ora il mio problema e che quando accendo la macchina da cucire il televisore, di ultima generazione, si ferma con l’immagine….ora Vi chiedevo prima se ‘ normale che l’impianto sia bifase e come posso risolvere il problema….alcune prese hanno si un terzo filo ma come posso controllare se c’e’ il neutro? grazie

    • admin scrive:

      Salve,

      che il proprietario abbia installato due interruttori differenziali non può che agevolare l’utente in caso di dispersioni;

      per quanto riguarda le prese devono avere tutte tre conduttori: due di fase(o fase e neutro) e il conduttore di terra(colorazione giallo/verde);nel suo caso già che mi parla di alcune prese con soli due fili significa che manca la terra e questo non va bene.

      Il discorso del neutro è subordinato alla tipologia di linea del gestore in quella zona: se la cabina Enel/Acea della sua zona è alimentata con trifase 380v più neutro, la linea del suo appartamento sarà per forza di cose composta da una fase 380v e il neutro; tuttavia ci sono ancora zone (in progressiva via di dismissione) alimentate da trifase 220v, in questo caso la linea dell’appartamento sarà composta da due fasi (diciamo) 220v.

      Quindi non ha senso la sua premura nella ricerca dell’esistenza o meno del neutro, piuttosto mi preoccuperei dell’assenza in alcuni punti del conduttore di terra che, in simbiosi col differenziale, mantiene in sicurezza un impianto e le persone che ne usufruiscono.

      Per quanto riguarda il problema del televisore che “freeza” quando accende la macchina da cucire può dipendere da molteplici fattori:

      impianto di antenna che passa negli stessi tubi dell’impianto elettrico, cavi di antenna di scarsa qualità che permettono il passaggio al loro interno di campi elettromagnetici generati da dispositivi elettronici o motori elettrici (vedi macchina da cucire o serrande elettriche) ,sovratensione indotta cioè quando accendi un carico importante(condizionatore forno o anche una lampada) si crea un impercettibile calo di tensione su tutto l’impianto che si ripercuote sulla decodifica del dtt in quel secondo o semplicemente la mancanza del filtro EMI nella sua macchina da cucire(specialmente se datata) che evita l’immissione nella rete elettrica di armoniche di disturbo prodotte dalla macchina stessa.

      Credo che un filtro di rete montato sulla presa del televisore possa risolvere il suo problema.

      Spero di aver chiarito ogni suo dubbio.

  • barbara scrive:

    Buongiorno,

    Ho un problema con il lampadario della cucina. Ho cambiato la circolina al neon e purtroppo come accendo la luce fa un sibilo insopportabile. Da cosa può dipendere? Grazie

    • admin scrive:

      Salve, generalmente questo tipo di sibilo viene prodotto quando in un corpo illuminante viene inserito un kit di luce di emergenza, ed è proprio l’inverter(che ha il compito di commutare da corrente a batteria) che guastandosi produce una vibrazione tale che a volte diventa un vero e proprio suono fastidiosissimo;

      allo stesso modo, anche se nel suo lampadario non è presente un kit del genere, a causare questo rumore potrebbe essere il reattore meccanico (o elettronico) che ha il compito di innalzare la tensione anche fino a più di un migliaio di volts per innescare l’accensione (tramite lo starter) del gas contenuto nel tubo al neon ma che perdendo le sue caratteristiche strutturali può dar luogo a forti vibrazioni che provocano questo inconveniente; nella maggior parte dei casi la sostituzione del reattore stesso porta alla soluzione di questo tipo di problema; Il mio consiglio se non vuole affidarsi al fai da te, è quello di chiamare comunque un tecnico che sicuramente potrà valutare personalmente il caso specifico e riparare il guasto.

      Spero di esserle stato d’aiuto.